06 VLOS – EVLOS – BVLOS

ART. 5 C. 1 REG. ENAC:

Visual Line of Sight (VLOS): operazioni condotte entro una distanza, sia orizzontale che verticale, tale per cui il pilota remoto è in grado di mantenere il contatto visivo continuativo con il mezzo aereo, senza aiuto di strumenti per aumentare la vista, tale da consentirgli un controllo diretto del mezzo per gestire il volo, mantenere le separazioni ed evitare collisioni.

ART. 8 C. 4 REG. ENAC:

Le operazioni di volo degli APR sono svolte nel rispetto delle regole di circolazione di cui alla Sezione V. Durante le operazioni VLOS/EVLOS, in caso di perdita del contatto visivo dell’APR entro i limiti orizzontali e verticali consentiti, il pilota deve terminare il volo il prima possibile.

ART. 8 C. 6 REG. ENAC:

Per le attività condotte in VLOS notturno l’APR deve essere dotato di luci che consentano di riconoscere la posizione e l’orientamento nell’ambito del volume dello spazio aereo in cui vengono svolte le operazioni e del buffer. Le luci devono essere riconoscibili dal pilota per qualsivoglia orientamento dell’APR ed eventualmente agli utilizzatori dello spazio aereo.

ART. 8 C. 8 REG. ENAC:

Per le operazioni condotte in condizioni VLOS, il pilota al comando di un APR impiegato in operazioni critiche deve essere visibile e chiaramente identificabile tramite mezzi che ne consentano l’immediato riconoscimento. Ai fini del presente regolamento è obbligatorio l’uso di giubbetti ad alta visibilità recanti l’identificativo “pilota di APR”.

Altri concetti fondamentali, molto ricorrenti in sede di test sono quelli riguardanti il VLOS (VISUAL LINE OF SIGHT), ossia il volo a vista, l’EVLOS ossia il volo a vista “esteso” grazie all’aiuto di altri piloti e/o osservatori e in fine il BVLOS, ossia il volo non a vista.
Il VLOS è la modalità “normale” secondo il regolamento in vigore. In questa modalità le distanze massime sono di 120 m in altezza e 500 metri di distanza dell’APR dal pilota.

In generale bisogna ricordare che il pilota dovrà sempre:

  1. tenere a vista l’APR;
  2. effettuare una scansione visiva completa dello spazio aereo circostante l’aeromobile senza equipaggio, al fine di prevenire qualsiasi rischio di collisione con eventuali aeromobili con equipaggio;
  3. Interrompere il volo se l’operazione rappresenta un rischio per altri aeromobili, persone, animali, ambiente o proprietà;
  4. Essere immediatamente riconoscibile (solo per o.s. critiche);
  5. Evitare di volare in zone ove sia in atto un intervento in risposta a una situazione di emergenza;
  6. Verificare la memorizzazione della posizione di “Home” e impostarla come punto di ritorno in caso di “Lost Link”;
  7. Le operazioni APR in VLOS/EVLOS (Enhanced Visual Line of Sight) non hanno diritto di precedenza sugli altri aeromobili ed il pilota remoto, esercitando la capacità “see and avoid”, deve portarsi immediatamente a terra oppure ad un’altezza di sicurezza tale da non interferire con l’altro traffico aereo.
  8. Controllaredirezioneedintensitàdelventoperildecolloelavisibilitàorizzontale al fine di non perdere di vista l’APR;

(Cit. Corso Online ENAC – Pag. 34-36)

Durata
33 minuti
Tentativo
illimitato
Domande
33

Classificazione

# Nome Classifica Percentuale Punteggio
1 Teresa Marquez RISULTATO ECCELLENTE 90% 30
2 Roberto Bocor RISULTATO ECCELLENTE 87% 29

Commenti